rassegna stampa

Il mondo della pizza in Italia

nr. 20 dal 5 marzo all’11 marzo 2019

La nostra rassegna stampa offre una panoramica sul mondo della pizza: novità, curiosità, nuove aperture, consigli e tanto altro per restare in continuo aggiornamento.

Vediamo insieme quello di cui si è parlato in Italia dal 5 marzo all’11 marzo 2019:

 

A cura di Bruna Sapere

 

La pizza romana continua ad attirare consensi e sbarca a Siracusa da Taglio, la nuova pizzeria che unisce alla romana i sapori siciliani autentici, realizzando un prodotto leggero, molto condito e dall’aspetto alveolato. Tra i messinesi, invece, spopola la proposta della pizzeria-ristorante L’Orso, grazie a Matteo La Spada, che sforna ogni giorno dei veri capolavori gourmet. La Sicilia tutta, nel frattempo, si sta adoperando per la creazione di un marchio di qualità della pizza sicilianaPqs, ovvero “Pizza Qualità Siciliana” – contraddistinta da farine provenienti da grani antichi siciliani, prodotti locali per farcitura e lievitazione corretta. A giugno sarà presentato ufficialmente il disciplinare, cui seguirà la formazione dei pizzaioli.

La pizza di Taglio a Siracusa

La pizza di Taglio a Siracusa

Siracusa NewsIl giusto connubio tra la pizza romana e i sapori siciliani: a Siracusa una nuova idea per soddisfare il palato

Sala & CucinaL’Orso a Messina: la pizza contemporanea di Matteo La Spada

La SiciliaPizza siciliana con bollino di qualità: buona anche per chef Bruno Barbieri

 

• Proposta in numerose varianti, con l’apporto dei sapori e delle specialità di ogni località della penisola, sicuramente la pizza è la regina dell’arte culinaria italiana. Stile napoletano, stile romano, in pala e al taglio sono i suoi rappresentanti più noti. Trastevere, il rione più esteso e più versatile di Roma, punta principalmente sulla pizza napoletana, soffice e dal bordo alto, e sulla caratteristica scrocchiarella. Si spazia, quindi, dalle realizzazioni gustose e croccanti di Ai Marmi, in cui regna la tipica atmosfera romanesca, fino all’offerta gourmet di Seu Pizza Illuminati, perfetto punto d’incontro tra napoletana e romana. In tanti sono a prediligere la pizza a portafoglio o a libretto, che dir si voglia, icona dello street food partenopeo dalle dimensioni ridotte e ripiegata in quattro, pratica per essere consumata anche durante una passeggiata. Napoli è ricca di indirizzi che preparano questa specialità.

Le pizze di Trastevere

Le pizze di Trastevere

Italian GourmetPizza napoletana, pizza bianca, pinsa romana, pizza in pala: tutte le differenze

Repubblica SaporiDalle invenzioni di Seu alla semplicità dei Marmi, ecco la Trastevere delle pizzerie

Napoli TodayLe sei pizze a portafoglio migliori di Napoli: dove mangiarle

 

• Tra le 10 curiosità che ruotano intorno alla pizza napoletana, la più bizzarra, probabilmente, riguarda le consegne aeree effettuate da Airport Pizza della città di Nome, in Alaska, ai villaggi vicini sprovvisti di pizzerie. La Royal Pizza, realizzata da Abdel Muhammad al-Hallabi e inserita nel menu del lussuoso ristorante Pierchic di Dubai, con un costo di 180mila euro, ha conquistato il Guinness World Record. Il valore elevato è dovuto all’utilizzo di ingredienti pregiati come Caviale Beluga imbevuto di Dom Pérignon, Foglie d’oro, Foie gras di Gascony, Funghi giapponesi matsutake, Tartufi bianchi di Alba, Tartufi neri del Périgord e Zafferano Mongra del Kashmir. Più di un milione di visualizzazioni in due settimane, con oltre 9mila condivisioni e 20mila like sono i numeri legati al video che ritrae il tris di pizze di Errico Porzio, diventato virale nel giro di poche ore, alimentando la sua fama di pizzaiolo social.

Curiosità sulla pizza

Curiosità sulla pizza

Eroi Del GustoRoyal Pizza: La Pizza da 180mila euro

Che DonnaCuriosità: 10 cose che non sapevi sulla pizza napoletana

NapolitanVIDEO-Il “tris di pizze” di Errico Porzio manda in tilt il popolo del web

 

Pizzium, catena di pizzerie nata due anni fa a Milano, celebra Napoli e i suoi pittoreschi quartieri, in un ideale tour del sapore: Forcella, Toledo, Quartieri Spagnoli, Rione Sanità, Vomero, Doganella sono solo alcuni dei nomi presenti nel suo nuovo menu. Ci spostiamo in Campania per parlare ancora di due giovani realtà: la Pizzeria Simone Fortunato Diaz a Portici, aperta da un paio di mesi dai fratelli Simone e Mario con una proposta tradizionale classica, ben equilibrata nei componenti, e I Matti a Pompei che, da 3 anni, punta sulla qualità delle materie prime e sulla classicità ed essenzialità delle preparazioni.

Pizza Diaz, Mario e Simone Fortunato

Pizza Diaz, Mario e Simone Fortunato

Milanodabere.itPizzium omaggia Napoli con le nuove pizze ‘di quartiere’

Luciano Pignataro Wine&Food BlogPizzeria Simone Fortunato Diaz a Portici, elogio della tradizione

Di Testa e di Gola Pizzeria Ristorante “I Matti” – La versatilità di Michele Di Donna

 

• La pizza sempre più protagonista di eventi ed appuntamenti. Alla pizzeria Apogeo di Pietrasanta si è tenuta la prima serata del ciclo Oltre la Pizza 2019, che ha coinvolto un grande ospite d’eccezione, Corrado Assenza, in un interessante lavoro a quattro mani accanto a Massimo Giovannini, tra lievitazioni e idee creative, per un giusto mix di originalità e tradizione. Nel frattempo Vincenzo Capuano, Michele D’Amelio, Vincenzo Iannucci, Teresa Iorio, hanno portato il calore di Napoli a Las Vegas e, insieme agli americanissimi Nino Coniglio e Tony Gemignani, hanno dato vita alla 35esima edizione di Pizza Expo.

Corrado Assenza e Massimo Giovannini in occasione di "Oltre la Pizza"

Corrado Assenza e Massimo Giovannini in occasione di “Oltre la Pizza”

Pizza on the RoadOltre la pizza: Corrado Assenza ospite d’eccezione da Apogeo

Il MattinoExpo 2019, pizza e delirio (Caputo) a Las Vegas

 

Giancarlo Casa si racconta in un’intervista e racconta il suo locale: dal nome “La Gatta Mangiona” legato alla grande passione per i gatti, fino alle caratteristiche della sua pizza, ispirata alla tradizione napoletana per l’ 80%. Giancarlo è stato da sempre fonte di ispirazione per un altro grande protagonista della scena romana, e non solo: Gabriele Bonci, icona della panificazione e pizzaiolo di successo. Con tre punti vendita a Roma, uno a Lucca, due a Chicago e due prossime aperture di pizzerie al taglio a Miami e New Orleans, è a capo di un movimento all’estero che ha conquistato un’idea di gastronomia fondata su un circuito virtuoso di agricoltura e piccolo artigianato. A Napoli, invece, al centro della scena è Guglielmo Vuolo che torna a Napoli, precisamente a Mergellina e apre la nuova 4A, con farciture nuove, ma anche grandi classici come l’Assoluto di Marinara, in un equilibrio sottile tra grande ricercatezza e semplicità.

La pizza farcita di Gabriele Bonci

La pizza farcita di Gabriele Bonci

Sala & CucinaGiancarlo Casa: “Grazie alla pizza la mia vita è cambiata”

Luciano Pignataro Wine&Food BlogPizzarium a Roma, da aspirante contadino a chef e Re del lievitato: perché Gabriele Bonci vive un momento magico in Italia e in Usa

Repubblica SaporiPizza, Guglielmo Vuolo torna a Napoli, tra carta dei pomodori e ricerca della semplicità

partner