rassegna stampa

Il Mondo della Pizza

Rassegna Stampa Internazionale nr. 27/2019 – dal 28 marzo al 3 aprile

La nostra rassegna stampa offre una panoramica sul mondo della pizza: novità, curiosità, nuove aperture, consigli e tanto altro per restare in continuo aggiornamento.

Vediamo insieme quello di cui si è parlato all’estero dal 28 marzo al 3 aprile 2019:

 

A cura di Bruna Sapere

 

Cresce il numero dei sondaggi che coinvolgono le pizzerie di tutto il mondo. La rivista Iohud ha chiamato in causa tutti i lettori nel primo concorso March Madness #pizzawars, competizione diretta tra New York e New Jersey. Quasi 40.000 voti, che dimostrano l’interesse del pubblico, hanno infine eletto numero uno Rocco’s Family Restaurant di New City, a New York. Allo stesso modo, Il sito web di turismo Big 7 Travel ha unito i voti dei suoi 1,5 milioni di utenti a quelli di una giuria di esperti di settore per stabilire le 50 migliori pizzerie d’Europa partendo dalle tradizionali trattorie a carattere familiare fino ai locali più alla moda. Il podio ospita al primo posto L’Antica Pizzeria Da Michele a Napoli, seguita a ruota da Bæst a København, in Daminarca, e Rudy’s Pizza a Manchester, nel Regno Unito. Big 7 Travel suggerisce anche 21 indirizzi dove mangiare una buona pizza in Canada il che, grazie ad un’ondata di imprenditori appassionati di food, non è più così raro. Quasi un quarto delle preferite, si trova nella Columbia Britannica. Il primo posto della lista spetta a Good Son di Toronto, seguito dalla Pizzeria Gusto a Winnipeg.

 

Rudy's Pizzeria

Rudy’s Pizzeria

IohudAnd the March Madness #pizzawars winner is ….

Big 7 TravelThe 50 Best Pizzas In Europe

Big 7 Travel21 Pizzas In Canada You Have To Eat Before You Die

 

• Fino ad una manciata di anni fa, in molti paesi del mondo era proposta una pizza di qualità pressochè scadente. In questi ultimi anni la situazione è cambiata sicuramente in meglio. Ad esempio, in Irlanda la tonda è arrivata agli inizi degli anni ’80. Si trattava per lo più di deep dish pizza con mozzarella industriale e pomodoro di origine incerta. Oggi, invece, è possibile trovare un prodotto irlandese molto simile alle pizze di stampo italiano. Le nuove aperture, poi, sono sempre accolte con grande entusiasmo. Irish Examiner fa un elenco delle migliori; tra queste  Oak Fire Pizza con spazi ridotti e atmosfera tutta italiana. Anche Philadelphia, negli ultimi dieci anni, ha visto un grande miglioramento qualitativo sul fronte pizza. The Inquirer segnala: Pizzeria Beddia, di cui abbiamo già parlato la settimana scorsa; Pizzeria Stina, che aprirà a maggio e dove lo chef Bobby Saritsoglou preparerà pizze cotte a legna ad alta temperatur, in un mix tra stile napoletano e newyorkese; Pizza Gutt, con Daniel Gutter che crea pizze squadrate e croccanti in stile Detroit.

Italia Pizza & Pasta a Nashville

Italia Pizza & Pasta

Irish ExaminerRestaurant review: Burnt – Princes St, Cork

The Inquirer Philadelphia6 new reasons to watch the Philly pizza scene

 

• La rivista Centro Tampa racconta la storia della pizzeria La Piazzetta di Miami, in Florida, nata nel 2016, partendo molto prima dall’Italia e passando per il Venezuela. La famiglia di Michael Abate dall’Italia si trasferisce in Venezuela negli anni novanta, attirata dal boom economico del paese sudamericano. Appassionato di buona cucina, decide di presentare la tradizione italiana attraverso il cibo. Gli affari vanno bene fino al sopraggiungere della crisi, sociale e umanitaria che, negli ultimi anni, diventa insostenibile. La punta dell’iceberg viene raggiunta quando Abate e sua moglie, vittime di un rapimento nel 2015, sono costretti a pagare un’ingente somma di denaro per il riscatto. A questo punto la famiglia decide di emigrare nuovamente, questa volta in Florida, a Miami. Da qui la storia prende un’altra direzione e il nuovo ristorante La Piazzetta diventa un luogo iconico per gli appassionati di pizza.

La Piazzetta a Miami

La Piazzetta a Miami

Centro TampaLa mejor pizza del mundo está en la Florida

 

A Barcellona tantissimi sono gli indirizzi che servono pizze, ma non tutti offrono un prodotto di qualità. Fortunatamente vi sono anche pizzerie che lavorano sulle lunghe fermentazioni e l’utilizzo di ingredienti eccellenti; La Vanguardia ne suggerisce sette, tra cui: Frankie Gallo Cha Cha, pizzeria dei fratelli Colombo aperta nel 2017; Garden Pizza by Rafa Panattieri, che usa farina e pomodoro italiani abbinati ai migliori prodotti spagnoli; Nonna María, che oltre alle classiche proposte, prepara creazioni d’autore che cambiano ogni mese in base alla ricetta dello chef ospite; La Briciola, che da 30 anni prepara pizze che non passano mai di moda grazie a Pino Prestanizzi e Patricio Sodano, milanesi con radici meridionali.

Garden Pizza a Barcellona

Garden Pizza a Barcellona

La VanguardiaEstas son las mejores pizzerías de Barcelona

 

Old Forge, in Pennsylvania, ha uno stile di pizza tutto suo. Gli abitanti definiscono la città come “la capitale della pizza nel mondo”. Frase azzardata, ma dovuta ad un raro senso di comunità e alla grande convinzione che le pizze Old Forge Style siano buone come qualsiasi altra proposta di New York City. La comunità di Old Forge è così affiatata che i proprietari delle pizzerie si sono uniti da anni per diffondere lo slogan “pizza capital“, una strategia di marketing che attrae i buongustai di tutto il mondo. Per spiegare il reale affiatamento, basta chiedere ad Angelo Genell, proprietario del leggendario Arcaro & Genell – identificato come la migliore pizzeria della città – quale sia la pizza più buona; lui risponderà, senza esitazione, Old Forge. La pizza ha un cornicione che ricorda il pane, la parte centrale più soffice e la base croccante. E’ condita con salsa di pomodoro dolce e corposa al gusto di cipolla. Qui le fette non si chiamano slice; la parola giusta è cut.

Old Forge-Style Pizza

Old Forge-Style Pizza

PMQ Pizza MagazineOld Forge-Style Pizza is a Cut Above

 

• Paese che vai, usanze che trovi. NJ Com, magazine del New Jersey, elenca i 23 condimenti per pizza più diffusi al mondo, classificandoli in ordine di preferenza. Secondo i gusti dei lettori, insalata, acciughe, spinaci, fomaggio extra, broccoli, prosciutto, pasta, olive, pollo, polpette, sono davvero poco adatti. I preferiti restano pesto, peperoni, salame, funghi, bacon, cipolle, ananas e salsiccia.

Pizza con funghi

Pizza con funghi

NJ ComThe 23 pizza toppings that matter, ranked from worst to best

 

partner
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: