rassegna stampa

Il mondo della pizza in Italia

Rassegna Stampa nr. 49/2019 – dal 18 giugno all’1 luglio 2019

La nostra rassegna stampa offre una panoramica sul mondo della pizza: novità, curiosità, nuove aperture, consigli e tanto altro per restare in continuo aggiornamento.

Vediamo insieme quello di cui si è parlato in Italia dal 18 giugno all’1 luglio 2019:

 

A cura di Bruna Sapere

 

La Puglia non ha più paura della pizza e Il Vecchio Gazebo di Molfetta lo sta dimostrando con grande impegno e qualità. Qui, otto pagine di menu a lei dedicate esibiscono un ventaglio di ingredienti molto ampio, utilizzati su un impasto elastico grazie alle 72 ore di maturazione che garantiscono una perfetta digeribilità. Anche la Pizzeria Lievito 72 di Trani sottolinea il cambiamento in atto. La nuova sede, nel cuore della Galleria Affatato, mostra elementi – contadini e naturali – che in qualche modo si ritrovano sulla pizza quadrata di Andrea Giordano, caratterizzata da 72 ore di maturazione, arricchita da ingredienti figli di una ricerca qualitativa scrupolosa e un impasto che presenta il 30% di sale in meno. In Abruzzo, invece, a riscuotere un grandissimo successo è la pizza in teglia, prodotta con farine locali rimacinate a pietra e ingredienti stagionali. L’impasto cuoce nel padellino e non a diretto contatto con il forno. Una lista delle migliori della regione secondo Gambero Rosso.

Le Pizze di Granocielo

Le Pizze di Granocielo

Luciano Pignataro Wine&Food BlogIl Vecchio Gazebo, dove la pizza è maiuscola

Luciano Pignataro Wine&Food BlogLievito 72, la new wave della pizza pugliese inizia a Trani

Gambero RossoLe pizze in teglia migliori d’Abruzzo: gli indirizzi da provare

 

Francesco Gallifuoco, proveniente da una famiglia che pratica l’arte bianca da generazioni, gestisce con successo la sua pizzeria poco distante dalla stazione di Napoli Centrale. Nella sua Franco Gallifuoco Pizzeria, propone interessanti rivisitazioni delle ricette che il bisnonno preparava ai clienti nell’ 800. Tra i numerosi indirizzi gastronomicamente interessanti che gravitano intorno a Piazza Nazionale, c’è anche Lucignolo Bella Pizza. Qui, i prodotti di buona qualità arricchiscono sia ricette più spiccatamente creative che grandi classici, come classico è il disco di pasta: basso, di dimensioni più grandi rispetto alle pizze contemporanee, ma morbido nella consistenza e ben digeribile. Spostandoci a Frattamaggiore, punto di riferimento per gli amanti della pizza è la pizzeria Nonna Ma’, con la sua proposta idratata e particolarmente “alveolata”, giusto compromesso tra lo stile tradizionale e il new wave style, in varianti classiche, speciali e gourmet.

La Margherita Gialla di Lucignolo Bella Pizza

La Margherita Gialla di Lucignolo Bella Pizza

FineDINING LOVERSFrancesco Gallifuoco: “Le mie pizze, antiche ricette di famiglia rivisitate”

La Repubblica SaporiLontano dai riflettori, la Napoli più pop e verace di Lucignolo Bella Pizza

Luciano Pignataro Wine&Food BlogPizzeria Nonna Ma’, un luogo sicuro per la buona pizza a Frattamaggiore

 

Nel Salone Margherita, storico locale di via Santa Brigida a Napoli, apre Mammina – Pizzeria e Cucina Genuina, già presente sul lungomare e con altre due sedi a Milano e Catania. Tra gli elementi distintivi, un menu super food denominato Natural Diet con zero zuccheri, zero grassi e zero sale, sviluppato con l’università Federico II ed una esperta nutrizionista. In Piazza Sette Settembre sbarca Metroo Pizza & Scroccati’ello, nuovo locale in stile industriale newyorkese, per un viaggio culinario con oltre 40 varianti di pizza, dalle tradizionali ai sapori partenopei, fino alle american style, in versione in pala, al taglio o a 1/2 metro per volta.

Mammina - Pizzeria e Cucina Genuina

Mammina – Pizzeria e Cucina Genuina

La Repubblica NapoliDal café chantant a pizzeria: svolta per il Salone Margherita

Il MattinoDal teatro alla pizza: il Salone Margherita rilevato dal gruppo «Mammina»

AnsaNEXT OPEN – “Metroo pizza & Scroccati’ello: la pizza in teglia gourmet sbarca a Napoli

 

La pizza gourmet, con i suoi ingredienti ricercati ed abbinamenti audaci, supera abbondantemente i confini di Milano. Fuori porta si trovano infatti interessanti pizzerie: da Bedussi a Brescia, alla Grotta Azzurra di Merate o La Cascina dei Sapori a Rezzato; ancora 081 a Melegnano, 7 Ponti a Cenate Sopra e Tesla a Vigevano. C’è però chi, come Maurizio Ralli – che fa la pizza da circa quarant’anni e gestisce la storica Pizzeria Da Maury a Pesaro – pensa che la pizza gourmet e i suoi prezzi alti stiano rovinando la tradizione della tonda e suggerisce di eliminare la parola pizza dal nome.

La pizza di Grotta Azzurra

La pizza di Grotta Azzurra

Puntarella Rossa  – Le migliori pizzerie vicino a Milano, 6 indirizzi gourmet

il Resto del Carlino  – Pesaro, guerra della pizza. “Assurdo pagare 16 euro”

 

Nuro – azienda che utilizza una piccola auto elettrica robotizzata senza conducente per effettuare le consegne di prodotti alimentari – ha annunciato una collaborazione con Domino’s Pizza. Si tratta di un progetto pilota che verrà avviato a Houston e sarà disponibile solo per un numero limitato di utenti. Nel frattempo il Mit, famoso istituto di tecnologia del Massachussets, in collaborazione con il Qatar Computing Research Institute, ha avviato il progetto PizzaGan, network di reti neurali creato per preparare fedelmente una pizza – con un grado di precisione dell’88% – dopo aver riconosciuto ingredienti, ordine con cui i condimenti vengono aggiunti e giusto punto di cottura grazie all’utilizzo di un set di dati composto da oltre 5mila immagini. L’Italia resta fedele alla manualità del lavoro artigianale. Anche il premier Giuseppe Conte, nel corso della sua visita a Napoli, si è improvvisato pizzaiolo insieme a Gino Sorbillo, preparando una margherita con “lo schiaffo”.

L'intelligenza artificiale impara a fare la pizza

L’intelligenza artificiale impara a fare la pizza

 

 WiredHouston, la pizza Domino’s te la consegna il robot

GQ ItaliaL’intelligenza artificiale impara a fare la pizza

HuffingtonPostConte pizzaiolo da Sorbillo: “L’ho fatto per tre anni”. E poi stende la pizza col metodo dello schiaffo


partner
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: