news

Pizza, love and rock’n’roll: Pier Daniele Seu e Valeria Zuppardo

di Floriana Barone

Pier Daniele Seu e Valeria Zuppardo hanno aperto insieme Seu Pizza Illuminati all’inizio del 2018, stravolgendo il panorama della pizza nella Capitale e hanno lasciato un segno ben definito, indicando la strada per il futuro del settore.

Valeria ha rappresentato un punto di riferimento essenziale per Pier Daniele già ai tempi di Mastro Titta e del Gazometro 38. E’ stata la prima persona a credere in lui e nelle sue potenzialità. La vita di Pier Daniele è cambiata velocemente. All’inizio del 2017 è arrivata la pizzeria al Mercato Centrale Roma con il sostegno di Gabriele Bonci. Valeria lavorava con successo nel mondo della moda come responsabile commerciale nell’azienda di Michael Kors, ma già al Mercato Centrale si occupava della contabilità dei fornitori e del personale. L’idea di aprire un locale insieme non è nata subito, ma è stato un sogno condiviso. Racconta il pizzaiolo romano: “cercavamo qualcosa di nostro per poterci esprimere”. A tre mesi dall’apertura del locale di via Bargoni, Valeria ha preso una decisione importante: lasciare il lavoro da Michael Kors e iniziare a lavorare full time nella pizzeria, accanto a suo marito. Il suo è un ruolo chiave. Si occupa, infatti, di questioni fondamentali come la gestione della parte contabile e amministrativa, con un ruolo di primo piano in sala e nell’accoglienza dei clienti. Pier Daniele, invece, si occupa della pizzeria e della cucina, decide le nuove proposte in carta e elabora i menu stagionali con la collaborazione dello staff di Seu Pizza Illuminati e dello chef Mattia Lattanzio.

Nella formazione del personale di sala, Valeria predilige un approccio soft, volto alla costruzione di un team e si mette in prima linea, cercando di dare l’esempio. Ma sa essere anche autorevole quando è necessario. Pier Daniele e Valeria hanno preso ispirazione da alcune coppie famose del panorama gastronomico, che hanno affrontato lo stesso percorso prima di loro, come Vanessa Melis e Gianfranco Pascucci (Pascucci al Porticciolo, Fiumicino), Marco Claroni e Gerarda Fine (L’Osteria dell’Orologio, Fiumicino) e Marco Radicioni e la moglie Silvia (Otaleg, Trastevere).

Lavorare “gomito a gomito”, con serenità, seguendo alcuni obiettivi comuni è possibile. “Bisogna avere tanta pazienza, ascoltare molto l’altro, accettare di venire contraddetti dalla propria compagna – spiega Pier Daniele, che precisa anche i vantaggi del lavoro di coppia − quattro occhi vedono meglio di due e il livello di accoglienza si è alzato notevolmente, perché Valeria fa un gran lavoro in pizzeria”. Una coppia vincente, con un locale cucito addosso. Pier Daniele e Valeria sono giovani, amano il mondo della moda e hanno stile da vendere. Spiccano per carattere e originalità e rappresentano il futuro della pizza. Una cosa è certa, il loro format non sarà replicabile.

 

 

partner